Follow by Email

Tuesday, January 6, 2009

Tutti i Nodi Vengono al Pettine

*

Questo inizio di 2009 è segnato da eventi internazionali drammatici e mi riferisco innanzitutto al Vicino Oriente e ai suoi interminabili conflitti. Ho sempre difeso nel passato le ragioni di Israele che ben conosco. Questa volta però dico che la performance israeliana a Gaza è esagerata e finirà col rivelarsi un clamoroso boomerang. I razzi/missili Qassam che Hamas lancia (da tempo) nel sud di Israele hanno fornito il pretesto per le azioni militari ma la tempistica lascia pochi dubbi sui veri motivi che hanno spinto il trio Mr.Olmert - Mr.Barak - Ms.Livni a scatenarsi. Le elezioni politiche sono vicinissime e la guerra ad Hamas cementa il consenso popolare. In tal modo il trio si propone di : 1) tagliare l'erba sotto i piedi dell'abile fanatico Mr.Netanyahu; 2) regolare i conti con Hamas prima del cambio di amministrazione USA. Vedremo...mi limito qui a segnalare che c'è un certo peggioramento (incattivimento) nella società israeliana e che i migliori tendono a starsene all'estero il più a lungo possibile. Il disagio dei migliori si esprime in diversi modi. Un esempio è al link

http://2jk.org/english/

Naturalmente le guerre in cui è coinvolto Israele fanno sempre grandi titoli a differenza di quelle che tormentano, ad esempio, l'Africa...lì tutti (Francia, Cina etc...) vanno a rubare questa o quella materia prima giocando sui conflitti etnici. E le stragi non si contano. Ma si dimenticano anche perchè fa comodo.

*******

Veniamo alle miserie di casa italica...sono stato a lungo in viaggio e non sono bene informato sul nuovo mare di corruzione che sta emergendo in mezza Italia e che vede tra i grandi protagonisti il PD. Non mi stupisce....io l'avevo detto che il PD è un gran puttanaio, tanto quanto il PDL.

Il prodigioso amico Tassos mi mette al corrente che tra gli arrestati di Napoli c'è anche tal Sig. Ferdinando Di Mezza, assessore al Patrimonio del Comune e già Presidente di Legambiente Campania per 11 anni (!) nonchè Membro della Segreteria Nazionale di Legambiente dal 2000 al 2003....Insomma non un merlo qualsiasi bensì un vero ambientalista doc, manco a dirlo targato PD!!

Anche qui...vedremo come vanno a finire le cose. Mai giudicare in fretta. Io sono sempre prudente e dico solo che neanche questa notizia mi stupisce. Quante volte avevo detto e scritto in questo blog che tra gli eco-caporioni di Legambiente c'è molto marciume...che il puttanaio politicante è esteso e puzzolente. Avevo fornito esempi semplici e concreti di lampante disonestà, partendo da fatti piccoli ma eloquenti. Altro che Biutiful Cauntri ove eco-politicanti si improvvisano attoruncoli facendosi un nome a partir dai rifiuti.

Avevo o non avevo ragione a scrivere i miei posts di denuncia?

Sono proprio i fatti piccoli che rivelano se gli individui sono onesti oppure no. Gli ambientalisti di base hanno spesso motivazioni nobili e sono brave persone...molti di coloro che vengono cooptati ai vertici sono però infimi politicanti, squisiti intrallazzatori. Per loro è importante che l'associazione abbia molti iscritti. Questi portano acqua al mulino degli eco-caporioni. Più è estesa la base della piramide più è importante il ruolo di chi sta al vertice. Attenzione però: il pesce puzza dalla testa ma quando la testa puzza il corpo è già in via di putrefazione.

Che dicono ora i caporioni di Legambiente sulla vicenda napoletana? In particolare sul ruolo del loro super-socio e, in generale, sui loro rapporti col PD? Che dice l'Ermetico Deputato nonchè Ministro in Ombra? E che dice il Senatore bugiardo e furbacchione? Loro guadagnano dei bei quattrini ma è un fatto che quando un Associazione Ambientalista "entra in politica", o meglio in un partito, paga dei prezzi e si snatura. Io l'avevo detto...

Beh, intanto rimando ai temi più ameni contenuti nel post che segue...

Thursday, January 1, 2009

Calendari, Consumi... ed una Buona Notizia

*

Non esiste una ragione cogente/sensata per cui l'anno deva finire il 31 Dicembre ed iniziare il primo Gennaio. Ed infatti l'attuale calendario, introdotto dal papa Gregorio XIII innanzitutto nei Paesi cattolici, è solo uno dei calendari possibili. Gli umani ne hanno elaborati tanti nella loro storia. La ricchezza dei calendari indiani riflette la multiculturalità di quella nazione e la Commissione per la Riforma del Calendario, presieduta dall'astrofisico Meghnad Saha nel 1952, contò più di 30 calendari ancora in uso sistematico. Il grande imperatore musulmano Akbar della seconda metà del 1500, cultore della tolleranza religiosa nell'epoca della massima potenza indiana, aveva anche pensato di introdurre un calendario sincretico (ed anche una religione sincretica) che potesse andare bene alle varie comunità che già allora popolavano l'India. L'idea-progetto non andò in porto.

Pensando a questa ricchezza multiculturale trovo abbastanza idiota l'abitudine, che si è andata diffondendo in tante parti del mondo, di celebrare il Nuovo Anno il primo Gennaio. Anche laddove questo giorno non significa alcunchè, come in India. C'è un' esigenza diffusa di far massa e di gioire/festeggiare tutti insieme. Questa esigenza si diffonde in Oriente tra quelle classi medie che stanno arricchendosi e aumentano i propri consumi.

Qui in Europa, il Capodanno serve soprattutto ad estendere le festività legate al Natale (la cui collocazione nel calendario è un attimino più sensata in quanto prossima al solstizio invernale) e serve come occasione di consumo. La crisi economica non è ancora sufficientemente forte se è vero come è vero che i consumi di massa sono sempre rilevanti ed insulsi.

In via eccezionale il 24 Dicembre, appena tornato in Italia, sono entrato in un supermercato della provincia di Siena per comprare solo del baccalà. Non l'avessi mai fatto, sapevo che avrei rischiato ed infatti ho passato 30 minuti in fila alle casse. Gli individui-massa in coda avevano carrelli colmi di spazzatura avvolta nella spazzatura...compravano le cose più assurde...scatole di pomodori pelati e fette biscottate, detersivi e sughi pronti, pseudo-pane e ananas di remota origine, biscotti e pezzi di maiale etc etc...
I carrelli erano strapieni, la spesa assurdamente costosa e le facce di quelle persone (tutte piattamente vestite allo stesso modo con colorini anonimi ) erano tristissime. Compravano per stordirsi....ho pensato che è un bene se la crisi economica si intensifica, speriamo abbia effetti salutari e virtuosi. I consumi vanno ridotti e qualificati. Solo gli stupidi (e sono tanti) possono credere che per rilanciare l'economia si devano aumentare i consumi.

Concludo con una buona notizia. Il trasporto aereo è fonte di emissioni inquinanti crescenti. Ogni volta che prendo un aereo mi sento un pochino in colpa...è praticamente l'unico mio contributo alle emissioni di gas-serra ed è l'unico punto in cui non posso intervenire e controllare direttamente. Bene, un Boeing di Air New Zealand ha compiuto un volo sperimentale con carburante composto al 50% da olio di jatropha. Link a

http://news.bbc.co.uk/2/hi/science/nature/7805499.stm


Prospero 2009