Follow by Email

Friday, February 20, 2009

Economic Stimulus Bill....gli USA sulla strada giusta

*

Il 17 Febbraio, il Presidente USA ha firmato il piano di incentivi economici per US$ 787 miliardi, convertendo in legge l' American Recovery and Reinvestment Act
( http://www.opencongress.org/bill/111-h1/show ).

E' stato un piacere seguire la cerimonia, informale e pragmatica come è nello stile US, svoltasi al Denver Museum of Nature and Science, in Colorado.

A Denver, Obama aveva accettato la nomina Democratica a Presidente nell' Agosto scorso e sul tetto di quel Museo l'azienda Namastè Solar aveva installato un impianto fotovoltaico di cui si possono monitorare le prestazioni interattive al link

http://www.dmns.org/main/images/flash/SolarArray.html

Namastè Solar, fondata a Boulder (Colorado) dal simpatico e competente Blake Jones, è cresciuta da 3 a 55 dipendenti in tre anni e, dal 2005, ha installato 3.5MW di pannelli FV. Per inciso vorrei dire che a Boulder c'è parecchia gente tosta...negli angoli più remoti del mondo è possibile incontrare qualche visionario che viene da lì.

Il fatto che il discorso di Obama sia stato introdotto proprio dal Blake Jones, fringuello in maglioncino, non è certo casuale: la scelta cerimoniale rivela la grande attenzione che la nuova Amministrazione USA ha deciso di dare alle Green Industries, operanti nei settori delle energie rinnovabili, innanzitutto nelle energie solari.

Secondo la Solar Energy Industries Association, il piano economico firmato a Denver dovrebbe produrre per le aziende del solare USA : a) circa 60.000 posti di lavoro nel 2009, b) circa 110.000 posti di lavoro nei due anni a seguire. Mr. Jones prevede di aumentare i suoi dipendenti del 40% nello stesso lasso di tempo. Avrebbe dovuto licenziarne, senza Stimulus Bill, visto l'andazzo economico generale.

La presentazione del piano di sviluppo fatta dal Presidente USA è stata chiara e di alto livello. Il sito http://www.recovery.gov/ è stato creato per seguire le procedure e le modalità di spesa dei quattrini stanziati. Due parole, sottolineate da Obama, appaiono nel sito e sembrano caratterizzare la pratica politica USA: Transparency and Accountability.

Per la seconda non saprei trovare la traduzione diretta in italiano. Non esiste l' Accountability nelle vicende italiche.

Intanto, in questi mesi, mi arrivavano notizie che gli italo-politicanti, servi del cancerogeno vaticano, si eccitavano attorno ad una ragazza in coma da anni...meglio girarsi da un'altra parte.


No comments: