Follow by Email

Wednesday, March 4, 2009

Il Super Esperto di Impianti Nucleari

*

Doveroso complemento. Ho ospitato, nei commenti al post che segue, gli interventi del Prof. Ambrosini. Dunque è giusto che si sappia con chi ho interloquito in modo così vivace. Ricevo ora il Curriculum Vitae dell’ Ingegner Walter Ambrosini che è peraltro pubblico e reperibile al link



http://www2.ing.unipi.it/~d8155/CV-WA.pdf


Non lo conoscevo davvero e ringrazio colei che stamani me lo ha inviato. E’ un CV dettagliatissimo, scritto in modo molto scrupoloso…lungo 23 pagine. Vi è citata anche l’ Italian Air Force. Apprendiamo che egli ha fatto il Liceo e si è maturato con 60/60. Che significa "Full marks" per il pubblico internazionale avido di conoscere in dettaglio la storia del personaggio. Inoltre il Super Esperto di Impianti Nucleari è abilitato ad insegnare Fisica (!) nelle scuole medie. Eh sì...perchè egli ha vinto la "Sedia di insegnante" dopo aver passato "esami competitivi" e "specifici"...che voi non crediate fossero generici ! Anche la moglie insegna Matematica e Fisica mentre non ci è dato di sapere quale sia la professione della zia. Rimaniamo nel dubbio.


Peccato che, nell' intervista a Radio3Scienza e nell'analisi della Questione Nucleare, l' Ingegnere non abbia dimostrato la stessa scrupolosità che il suo CV invece ostenta.


Ma il dato straordinario è alla pagina 8 del file in pdf: si evince che l’ Ingegnere Nucleare è diventato Professore Associato nel 2001, quando aveva la bellezza di 7 (sette) pubblicazioni internazionali ! (Vedi elenco delle IJ). Ora ne esibisce 31, di cui solo 3 come autore singolo…le altre sono fatte in gruppo.


Tutto il resto senz'altro fa un bel volume e contribuisce a fare carriera interna ma, dal punto di vista scientifico, non dice molto..…qualcuno osserverà però che, all’occorrenza, anche il due di picche può contare.


Noto con piacere che partecipa a molte conferenze (come avevo previsto) ma è stato invitato solo ad una.

Noto inoltre che il 50enne Ingegnere ha fatto tutta la carriera a Pisa. Come avevo previsto, non si è mai mosso di lì. A conferma che l' Esperto di Impianti Nucleari è una persona di ampi orizzonti e di alto profilo internazionale.


A pagina 7 risulta che è stato responsabile di un progetto di cooperazione italo-indiano. E’ l’unica cosa che ci accomuna. A maggior ragione non capisco perchè abbia rifiutato di venire con me a Jaduguda: lì avrebbe potuto toccare con mano gli effetti disastrosi della lavorazione dell’Uranio necessario ad alimentare i reattori che il super competente Ingegnere vorrebbe rifilarci. Magari nel 2030… per quanto io lo sollecitassi, egli non ci ha detto come produce intanto l'elettricità a casa sua.


4 comments:

Valerio said...

Beh, pur essendo contro l'installazione di centrali nucleari, non ricorrei mai ad argomenti ad personam a meno di non aver deciso che prendere per i fondelli il tizio sia meglio che dimostrare l'erroneità delle sue idee.

marco zoli said...

Le idee altrui verranno sempre rispettate in questo blog. Ma che siano idee, non balle (per giunta diffuse alla Radio). Nella fattispecie mi pare poi di aver argomentato a sufficienza. Senza ottenere risposte da chi mi chiedeva il confronto "peer to peer".

Succede inoltre che gli argomenti sono sempre proposti e sostenuti da persone: dunque a me interessa vedere la sostanza di queste persone. E soprattutto la loro coerenza individuale. Ecco perchè io ricorro sempre ad argomenti "ad personam"...eppoi scherzare un pò è bello, o no? Il fringuello è attraente anche perchè è generalmente di buon umore...

Anonymous said...

scusami Marco, ma quale sarebbe l'utilità di questo argomento sul tuo blog?

Simone

marco zoli said...

Beh l'utilità è palese nonchè "manyfold":
1) è sempre utile smascherare con nonchalance i casi concreti di banalità/mediocrità soprattutto quando si annidano in quelli che dovrebbero essere i luoghi deputati alla formazione del sapere.
2) Il tizio poi ha smesso di disturbarmi.
3) Ho dato a te l'occasione per fare un commento. Ciao